l candidati alla presidenza della commissione europea.

Mercoledì 15 maggio, al parlamento europeo di Bruxelles, si è tenuto un dibattito tra i candidati alla presidenza della Commissione Europea prossima ventura. Il Presidente della Commissione non è eletto direttamente dai cittadini, bensì nominato dal Consiglio d’Europa, quindi dai governi, ma ogni gruppo politico indica fin da prima delle elezioni il suo designato, e questi ha un rapporto molto più diretto con gli elettori, ai quali offre un programma ed un indirizzo politico da valutare. È una novità introdotta solo nel 2014, ma è importante, così come importante è stato il dibattito stesso.

Il rifiuto di Mattarella di nominare Savona Ministro dell’Economia. Argomenti e prassi sui limiti al potere del Presidente.

Il primo tentativo di formare un Governo M5S-Lega è naufragato per il rifiuto del Presidente della Repubblica Mattarella di nominare Savona a Ministro dell’Economia. Ma l’analisi del sistema costituzionale non dà questo potere al Presidente, essendo un organo politicamente irresponsabile. L’ultima parola spetta al Parlamento, unico direttamente responsabile davanti al Popolo.

La commedia infinita. La nuova legge elettorale. Come si voterà.

di Gabriele Pazzaglia Per la quarta volta in 20 anni il Parlamento italiano si è occupato della legge elettorale. Difficile per il cittadino comune orientarsi nella confusione creata da questa matassa di riforme, controriforme, stravolgimenti, interventi della Corte costituzionale, aggiustamenti e proposte varie. Speriamo, con questo scritto, di aiutare chi è interessato a capire come […]

Lex specialis: perché deve essere ricalcolata l’interdizione dai pubblici uffici di Berlusconi.

La sentenza della Corte di Cassazione del 1 agosto 2013 chiude (quasi) il lungo processo nei confronti dell’ex Presidente del Consiglio Berlusconi, confermando la condanna per frode fiscale già stabilita nei precedenti gradi di giudizio. Solo dovrà essere rideterminata la durata della pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici.
Ma oltre alla ufficialità della condanna, la sentenza di mostra ancora una volta quanto siano basse le sanzioni penali in Italia. Per chi evade le tasse esiste una norma che riduce la durata dell’interdizione dai pubblici uffici rispetto alla regola generale.