Quesito n. 5 – Abolizione delle 25 firme per candidarsi al CSM

Il quinto quesito referendario chiede di abrogare l’obbligo di presentare 25 firme affinché un magistrato si possa candare al Consiglio Superiore della Magistratura. Ma nessuna corrente sarà scalfita, e nemmeno impensierita, se qualche magistrato in più vorrà affollare le liste elettorali. L’unico modo per sperare di ridurre il correntismo è cambiare il sistema elettorale del CSM.

M5S: Lo strano caso di un partito “dal basso” rifondato “dall’alto”, che da populista diventa neo-DC.

di Gabriele Pazzaglia Sotto i nostri occhi sta avvenendo una delle più importanti operazioni politiche degli ultimi anni, destinata ad avere effetti pesanti sul sistema dei partiti e sulla rappresentanza del Popolo italiano: il Movimento 5 Stelle ha avviato un percorso di profonda trasformazione. Il cambio di passo era nell’aria di alcuni mesi: già nello […]

L’emendamento salva-Mediaset. La politica usa il pretesto dell’italianità per fermare Vivendi.

La politica italiana cerca di fermare il tentativo di Vivendi di comprare Mediaset regalando a Berlusconi una norma che tutela la sua posizione dominante nel settore delle comunicazioni. L’italianità è solo un pretesto per eluidere una sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea

Referendum sulla riduzione dei seggi parlamentari: dati, curiosità e qualche considerazione

di Marco Ottanelli e Gabriele Pazzaglia Alla richiesta di confermare il voto parlamentare sulla riduzione dei parlamentari, gli italiani hanno appunto confermato. Noi siamo stati sempre contrari alla misura, sia idealmente che sulla base di precisi motivi storico-politici, ma accettiamo la volontà popolare per quel che è. Ecco, che è? Diamo inseme un sguardo a […]

Frugalità e irresponsabilità nello scontro sui fondi europei. Una critica (ragionata) alla posizione dell’Italia.

di Marco Ottanelli Nelle settimane passate, nelle dure, durissime giornate dei vertici europei che hanno visto incontrarsi, e scontrarsi, i capi di governo dei 27 paesi UE, e che hanno portato alla storica decisione del Recovery Fund (storica perché, per la prima volta, le varie nazioni non hanno solo messo in comune le risorse, ma […]

L’azione italiana per i fondi anticrisi. Una complessa partita a scacchi nazionale ed europea.

di Gabriele Pazzaglia Il dibattito italiano sugli aiuti europei per la crisi del Coronavirus è stato tanto acceso quanto confuso anche a causa della moltitudine di notizie drammatiche sulla situazione sanitaria. Riepiloghiamo cosa è successo in alcuni passaggi chiave, sottaciuti o completamente ignorati, per capire l’azione delle forze politiche nelle ultime settimane. Uno dei momenti […]